Giornata Mondiale della Pizza: gli abbinamenti con il vino che vi sorprenderanno

frizzante cacchione pizza

SCOPRI IL PANTASTICO, IL VERO VINO ROMANO

Giornata Mondiale della Pizza: gli abbinamenti con il vino che vi sorprenderanno

 

Il 17 gennaio è la Giornata Mondiale della Pizza, uno dei cibi più amati in tutto il mondo, il piatto più richiesto dai turisti in visita nel nostro paese ma anche il più “riprodotto” all’estero. Non esiste una data di nascita certa per la pizza, che risale al XVIII secolo, per cui visto anche il riconoscimento dell’Unesco a Patrimonio dell’Umanità (nel 2017 fu così premiata l’arte e la tradizione dei pizzaioli napoletani) è stato fissato il World Pizza Day per il 17 gennaio partendo da un elemento certo: il fuoco.

La tradizione antica

Il giorno di Sant’Antonio Abate, infatti, è quello dei fuochi propiziatori, di buon auspicio. E quindi in un certo senso anche dei forni e della pizza. I pizzaioli napoletani in occasione del santo lavoravano in passato mezza giornata e poi, una volta accolta la legna, accendevano dei fuochi per esprimere i propri desideri. L’invenzione della pizza (le focacce risalgono già ai tempi degli egizi, ma la diffusione si ebbe nel Regno di Napoli alla fine del Settecento) si fa risalire al cuoco Raffaele Esposito, che ne preparò una per la regina Margherita di Savoia con pomodoro, mozzarella e basilico (era il 1889), esaltando quindi i colori della bandiera italiana. Verità o leggenda? Chissà, in ogni caso oggi sfatiamo un mito che vuole come abbinamento alla pizza quasi sempre solo una buona birra. Ma chi lo ha detto? Vi sveliamo un segreto: ci sono dei vini che sono perfetti per accompagnare la degustazione di una pizza!

Scopri tutti i prodotti di Cantina Bacco e crea i tuoi abbinamenti a tavola

Abbinamenti vino e pizza

L’abbinamento del vino alla pizza non è affatto azzardato come si potrebbe pensare. A livello nutrizionale si tratta di un’accoppiata perfetta perché non sono due lievitati. Il vino è in grado di esaltare i sapori degli ingredienti. E sono proprio questi a fare la differenza negli abbinamenti.

Il frizzante è perfetto con un piatto semplice ma gustoso come la pizza perché sa valorizzare gli ingredienti di base naturale, specie se il condimento è con formaggi, salsiccia e verdure. Vi consigliamo il nostro Cacchione IGP, secco e fruttato, gradevole al palato per vivacità ed equilibrio dei suoi componenti. Non dimentichiamoci che le bollicine sono perfette anche con la pizza fritta.

In generale con una pizza ricca di latticini e formaggi sono da preferire i vini bianchi di media struttura che spezzano la grassezza come ad esempio della bufala. Tra le proposte di Cantina Bacco potete scoprire il Viognier, un bianco intenso e fresco.  È preferibile scegliere, invece, un vino rosso più strutturato per le pizze con salumi piccanti, tartufo e funghi. Un rosso morbido e avvolgente perfetto con la pizza è il Petit Verdot Lazio IGP prodotto da Cantina Bacco.

Qualche esempio pratico? Con una pizza margherita è perfetta quindi la bollicina o un vino fruttato bianco, al massimo un rosè; per una quattro stagioni è necessario un vino sapido; per una pizza piccante stile “diavola” serve un vino rosso più morbido; con la marinara meglio optare per un rosé. E ancora per la pizza napoletana con le alici assolutamente un bianco che spizza la sapidità del pesce. E se non hai mai azzardato l’abbinamento pizza/vino questo è l’anno giusto per provarci!

SCOPRI IL PANTASTICO, IL VERO VINO ROMANO